Síndrome de Reynaud [Raynaud] g*

Plantas Relacionadas na Literatura : Ginkgo biloba ++, .
Sintomas e Causas : La malattia di Reynaud che cosé E una malattia a decorso cronico, che colpisce le estremità: tipicamente le mani ma anche le dita dei piedi e, più raramente, lorecchio e la punta del naso.Ogni variazione, anche minima, della temperatura esterna, fà impallidire le mani, che subito dopo diventano rosse e congestionate. Non se ne conoscono le cause ma il meccanismo è piuttosto semplice. I vasi arteriosi sono dotati di una loro innervatura. Ci sono fibre nervose del sistema detto “ortosimpatico” e fibre del “parasimpatico” su ciascuna arteria. Quando si è esposti al freddo, il corpo per non disperdere la temperatura interna attiva le fibre ortosimpatiche che causano una costrizione dei vasi. La mano e, soprattutto le dita diventano pallide e fredde. Viceversa, quando fa caldo, il corpo cerca di disperdere il calore e quindi attiva le fibre del parasimpaticano che dilatano le arterie: le mani diventano calde e colorite. Questo meccanismo “naturale”, diviene patologico nella Malattia di Raynaud: le variazioni di temperatura, anche insignificanti, come pure una emozione improvvisa, scatenano questo meccanismo. La fase di costrizione e quella di dilatazione sono anchesse eccessive ed il paziente accusa dolore vivo fino a che la situazione non cessa e ciò può richiedere pochi minuti o qualche ora! La malattia colpisce, nella maggior parte dei casi, il sesso femminile. Non confondete la semplice “freddolosità” con la Malattia di Raynaud: si parla di Raynaud quando la vasocostrizione diviene estrema, le dita sono dolenti e “cianotiche” al minimo sbalzo di temperatura, anche in estate! due tipi di malattia: – la forma primaria: senza causa identificabile, è la più frequente (90% dei casi); – la forma secondaria: si sviluppa in seguito ad altre malattie (malattie del sangue, malattie auto-immuni come la sclerodermia, l artrite reumatoide ecc.) o come effetto collaterale dei farmaci. Prendiamo in considerazione solo la forma primaria. fattori scatenanti: – variazioni di temperatura; – emozioni intense; – lo stress; – il tabagismo; – le vibrazioni di oggetti meccanici (martelli pneumatici, frese ecc.) le terapie mediche Non esiste ancora un trattamento della malattia di Raynaud primaria. Tra i farmaci “sintomatici” si utilizzano: – i calcio-inibitori che rilasciano i muscoli e dilatano i piccoli vasi sanguigni; – i vaso dilatatori; Questi trattamenti non sono sempre efficaci ed alcune persone tollerano male la terapia, essendo molto sensibili agli effetti collaterali. In casi rari e particolarmente severi, si ricorre allintervento chirurgico. Questo consiste nel tagliare(con piccole incisioni) i nervi simpatici che regolano la costrizione dei vasi arteriosi (simpaticectomia). lagopuntura La maggior parte dei pazienti trattati con lagopuntura, specie nel periodo invernale, hanno riferito effetti benefici: diminuzione del numero di crisi giornaliere e diminuzione della loro durata. www.menicelli.eu/e-book_000070.htm
Tratamentos Propostos : vitamine ed antiossidanti Sembra che la carenza di vitamina C, Selenio [melhor fonte é a castanha do pará], vitamina A e vitamina E faccia aggravare la malattia di Raynaud. In ogni caso, è senzaltro utile assumere giornalmente degli integratori che contengono queste sostanze, non fosse altro che per gli effetti benefici che essi svolgono, in ogni caso, a livello cellulare. www.menicelli.eu/e-book_000070.htm fitoterapia Ginkgo (Ginkgo biloba). Luso degli estratti di foglie di Ginkgo può alleviare i sintomi della malattia: è quanto ha riconosciuto l Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.). Questa pianta migliora la circolazione sanguigna nei piccoli vasi delle estremità, grazie al suo effetto dilaltatore. Consigliamo di assumerne da 120-160 mg di estratto (50:1) al giorno, suddiviso in due o tre dosi. ACONSELHAMOS O CONSUMO DE 120-160 MG DO ESTRATO [50:1] AO DIA de folhas de Ginkgo biloba, SUBDIVIDIDAS EM DUAS OU TRES DOSES, www.menicelli.eu/e-book_000070.htm